Marmocchio.it
Home » famiglia » Disaccordi familiari, come gestirli davanti ai figli

Disaccordi familiari, come gestirli davanti ai figli

Una giornata stressante, nervosismo che aleggia in casa e alla fine la discussione tra mamma e papà è inevitabile. I disaccordi familiari ci sono e ci possono essere; la cosa importante è saperli gestire nel giusto modo davanti ai figli. Piacerebbe a tutti essere la famiglia felice e perfetta, ma anche le coppie più in sintonia possono avere un momento di confronto – scontro, un diverbio verbale.

Come gestire davanti ai figli una discussione verbale

Genitori discutono davanti ai figli

La tensione tra adulti viene percepita subito dai bambini, quindi evitate di fare finta di niente. A maggior ragione se il bambino ha assistito o comunque sentito le voci alterate dei genitori è importante spiegare subito che i disaccordi familiari possono esserci ma alla fine si risolvono sempre. Il bambino va confortato e rassicurato sul fatto che la discussione tra mamma e papà non sia stata provocata da lui. I bambini tendono a sentirsi in colpa quando vedono i propri genitori preoccupati o tesi. E’ estremamente importante quindi  far capire che si tratta di un litigio che riguarda solo mamma e papà.

Se il bambino ci chiede il perché del litigio è giusto essere sinceri. Non bisogna ne ingigantire l’accaduto ne sminuirlo ma spiegarlo per quello che è stato. Un confronto verbale fa parte del relazionarsi con l’altro, e può capitare anche tra persone che si amano e vogliono bene. Una discussione in famiglia può essere uno spunto per parlare delle emozioni, di come anche mamma e papà possano arrabbiarsi tra di loro, come capita tra amichetti  o  fratelli. Quello che si deve sempre evitare è di accusare l’altro genitore o di additarlo come il colpevole dei disaccordi familiari. Le questioni di coppia devono rimanere tra i due adulti. Il bambino non dev’essere coinvolto o messo ancor peggio nella posizione di prendere le parti dell’uno o dell’altro.

Con maturità e buon senso il conflitto va risolto. Bisogna fare pace, la coppia deve dirimere il conflitto e tornare alla serenità. Per un bambino l’esempio dei genitori è sempre come un faro che illumina la strada. Se è naturale che ci possano essere delle incomprensioni è altrettanto doveroso mostrare che proprio perché c’è un legame di amore e rispetto il momento di difficoltà viene superato.

No ai sensi di colpa

Se la discussione è un caso isolato e nasce da piccoli disaccordi familiari è meglio non farsi sopraffare dai sensi di colpa. E’ invece importante confrontarsi con il bambino con onestà e chiarezza. Chiedergli scusa è un rispettare il nostro bambino, la nostra famiglia. Ammettere di poter sbagliare come genitori, di non essere infallibili  e perfetti è un altro  modo  di dire a nostro figlio quanto lo amiamo. Anche il nostro saper chiedere scusa sarà un esempio, un buon esempio. Non sarà minata la nostra figura genitoriale o la nostra autorità. Chiedere scusa richiede umiltà e consapevolezza dei propri errori.

Tornata la serenità familiare è bene riprendere le attività quotidiane con il sorriso e l’armonia di sempre. Se si avvicina l’ora della nanna, può essere una buona idea dedicarsi tutti insieme per esempio alla lettura della storia della buonanotte. Stare vicini,  scambiarsi qualche coccola affettuosa e qualche dolce sorriso condurrà il bambino ad un armonioso sonno pieno di  sogni.  Se il bambino è molto piccolo non pensiate non abbia percepito o capito il litigio, quindi confortatelo attraverso il calore del vostro corpo, abbracciandolo  e con la vostra voce parlategli piano e con tono pacato.

Un momento di disaccordo della coppia può essere una lezione di educazione ai sentimenti. Un confronto “vivace” quando ci si vuole bene si conclude con una riappacificazione che non serba  rancore o risentimento.

Amare significa confrontarsi con sentimenti talvolta scomodi, ma insieme la famiglia cresce ed evolve imparando a non aver paura delle emozioni rispettandosi vicendevolmente. Pur sapendo quindi che sarebbe auspicabile evitare di litigare davanti ai propri figli, se dovesse capitare fate in modo che possa essere un momento di crescita  per tutta la famiglia.

 

 

 

Condividi l'articolo con i tuoi amici... ;)


Continua a leggere su marmocchio 

Categorie