Marmocchio.it
Home » bambino » Danza terapia per bambini e donne in attesa: il corpo parla

Danza terapia per bambini e donne in attesa: il corpo parla

La danza terapia è un mix di arte, creatività e terapia utilissima per far “comunicare” i bambini di oggi costretti in una quotidianità talvolta stressante e fitta d’impegni. La comunicazione infatti non è prerogativa della sola parola. Ben prima della parola la gestualità e il movimento sono utilizzati dai bambini per comunicare con il mondo che li circonda. Lo sguardo, l’espressione del volto i movimenti del corpo son altrettanti modi efficaci per comunicare.

Cos’è e quando nasce la danza terapia

Negli ultimi anni professionisti di diverse scienze mediche sono concordi nell’affermare che le varie manifestazioni  di arte “influiscano” positivamente sull’individuo e in caso di patologie possano fungere da terapie. Nella categoria delle così chiamate arti terapie vi è anche la danza. L’arte della danza in questo caso coniuga il movimento del corpo al mondo interiore ed emozionale del soggetto.  Ma lasciamo che sia la danzatrice e danza terapeuta Sara Biondi a introdurci in questa affascinante disciplina.

La danza terapia nasce dal genio artistico della ballerina e coreografa argentina Maria Fux. Con lei si sviluppa una metodologia di lavoro basata sull’integrazione di persone con sindrome di down, ritardi mentali, sordità, problemi d’isolamento, spasticità. Da oltre sessant’anni Maria Fux ha superato le frontiere conosciute nella danza, creando un metodo capace di portare nuovo equilibrio psicofisico ed espressivo nelle persone con disabilità. Come afferma la stessa Fux la danza non può essere disgiunta dalla società in cui viviamo e dai problemi che scaturiscono dalla quotidianià. La danza non è privilegio di pochi, ma la di dovrebbe considerare come patrimonio dell’educazione comune.

Il termine “danza terapia” come ci spiega Sara Biondi nasce casualmente dall’osservazione della psicologa Lia Lerner, amica di Maria. Assistendo alle sue lezioni notò che attraverso il movimento si possa comprendere molto di una persona. Durante una seduta di psicoterapia la mente si oppone con resistenza mentre il corpo non riesce a  mentire. Lia Lerner concluse quindi che il lavoro dell’amica aveva una valenza terapeutica ancor prima che creativa.

Nonostante ciò, la stessa Maria non si ritiene una “psicologa”, perché con la sua arte non offre nè interpretazioni né ricette, bensì stimoli per fare emergere le potenzialità che ognuno possiede. Maria Fux non parla mai di “curare” ma di “cambiare”, trasformare.

Il Danza terapeuta

Così il “danza terapeuta” diventa “solo” un ponte affinché attraverso il movimento possano avvenire dei cambiamenti che coinvolgano attivamente il nostro corpo esteriore e soprattutto esteriore. Quella parte di noi spesso isolata, segnata da paure e problemi, sia sensoriali che psichici offrendo stimoli che trasformino i “NO” del corpo in “SI” e i “limiti” in “possibilità“. Con la danza si vanno a stimolare quelle parti addormentate o dimenticate del corpo che attraverso il movimento possono generare trasformazioni dai “non posso”  ai “si posso”.

Si entra in contatto con la fiducia in se stessi alla scoperta del gesto autentico sincero che mentre viene danzato dona piacere e gioia. Ci riconosciamo accogliendo tutto con umorismo e umanità, nel proprio spazio di libertà, in u tempo diverso, senza interpretazioni né verbalizzazioni perché il corpo è sincero nel movimento. La danza terapia non conosce limiti perché rompe qualsiasi barriera legata all’età, alla disabilità, alla quotidianità. Ogni persona dovrebbe saper danzare la vita con umiltà, umorismo e umanità.

La danza terapia per i bambini

Bambini che danzano

Nei bambini il corpo è il primo mezzo attraverso il quale possono conoscere se stessi e il mondo circostante. E’ il primo contenitore emotivo che, attraverso l’utilizzo della musica e di strumenti come piume, elastici, foglie, etc,  viene stimolato ad uno sviluppo motorio, cognitivo, emotivo e sociale nella piena autostima. Semplicemente perché il “corpo non mente”. I bambini istintivamente sono aperti alla sperimentazione e al mettersi in gioco quindi il lavoro con loro è estremamente stimolante. E’ ovvio che con i bambini le sessioni si svilupperanno attraverso una danza giocosa. Danzando i bambini acquisiranno una consapevolezza corporea maggiore e una modalità comunicativa alternativa alla parola.

Il bambino sente in maniera innata l’esigenza di muoversi liberamente come sente spontaneo il ritmo in accordo con la musica. Attraverso il corpo il bambino sperimenta e conosce il mondo attorno a lui. La danza terapia favorisce quindi lo sviluppo psicofisico del bambino.

La danza terapia stimola:

  • l’espressività e la comunicazione non verbale
  • la conoscenza del proprio individuale mondo emotivo
  • l’istintivo bisogno di muoversi
  • la conoscenza dell’altro nell’atto di un ascolto nuovo

La danza terapia per le donne in gravidanza

Nella donna in gravidanza il movimento è una grande opportunità per sviluppare un legame armonioso con la vita che porta in grembo. E’ un’occasione magica  per cullarsi nelle emozioni, lasciando andare ciò che non serve, per trattenere ciò che è davvero necessario nella trasformazione del proprio corpo, della vita, accettando il cambiamento attraverso l’ascolto e il movimento, nella profonda condivisione con il proprio bambino.

La danza matura una nuova consapevolezza, una scoperta del nostro corpo diverso, favorisce l’accettazione  del cambiamento in essere e del nuovo futuro ruolo genitoriale. La donna in gravidanza attraverso il libero movimento impara a gestire le sue emozioni, riconoscere i propri limiti ma soprattutto individuare le proprie risorse.

Sono un’artista che, attraverso un lavoro creativo, ha trovato un metodo che ottiene cambiamenti nelle persone mediante il movimento” ( Maria Fux)

La danza terapia nasce dall’arte, dall’osservazione della natura, nella ricerca del movimento autentico, offrendo la possibilità di trasformare i limiti in possibilità, di sciogliere nodi, per potersi muovere e danzare, nel pieno rispetto di ciò che siamo.

E’ una danza con un potente valore terapeutico, è la possibilità d’intraprendere un viaggio espressivo, dentro se stessi, con coraggio e piacere, per aprirsi alla vita accettando ciò che siamo senza giudizio. Non pensare…danza”.     (Sara Biondi)

 

A cura di Sara Biondi danzatrice e danza terapeuta. Inizia i suoi studi di danza classica e moderna nel 1985. Studia con docenti dell’Accademia di Danza di Roma, danza jazz con Annette Mattox, danza di carattere con Mikhail Berkut. Nel 1990 passa l’audizione per uno spettacolo, come professionista, al Teatro Verdi di Pisa, diretto e coreografato da Micha Van Hoecke (danzatore, coreografato, attore, regista belga, nonché fondatore e direttore artistico della compagnia “Ensemble”).

Nel 1995 vince una borsa di studio, con il Teatro Verdi di Pisa, in collaborazione con l’Ensamble di Micha Van Hoecke, avendo l’opportunità di studiare ogni tipologia di danza, con i professionisti del corpo di ballo. Nel 1997/98 entra a fare parte del corpo di ballo della compagnia “La Terra Nuova” diretta e coreografata da Luca Bruni, che la vede attiva come ballerina, trampoliera e costumista, in una tournée che l’ha portata a danzare nella ex Jugoslavia, in Bulgaria, Romania, Turchia, Grecia, Germania, Francia, Olanda, e in gran parte dell’Italia (alcuni spettacoli a cui ha partecipato hanno ricevuto premi internazionali, fra cui “Sole”, come solista, Umbertide 1997 e “C’era una volta un lago dei cigni” Lyon, Francia 1997).

Negli anni che seguono, continua ad approfondire i suoi studi con professionisti di tutto il mondo, tra cui Eugenio Buratti, docente di classico e modern-contemporaneo e coreografato, vince giovanissimo il primo premio del concorso internazionale di Losanna, ballerino di fama internazionale, scelto da Nureyev e con lui protagonista in “Morte a Venezia”. Nel 2016 comincia la sua formazione come danza terapeuta, metodo Maria Fux, con l’associazione “La Ruota delle Arti”, affiliata UISP e Csen, riconosciuta dal Coni. Attualmente conduce corsi da danza terapia presso l’Associazione Le Meraviglia di Grottaferrata (Rm).

Articoli correlati:

Hai domande sull'argomento? Registrati al FORuM di marmocchio. Le dottoresse e gli utenti rispondono ai dubbi ;)

Continua a leggere su marmocchio