Marmocchio.it
baseball sport gratis per bambini
Home » bambino » 10 sport gratis per i tuoi bambini

10 sport gratis per i tuoi bambini

In Italia un bambino su cinque non pratica sport nel tempo libero. Un elevato numero di sedentari, che trascorre la gran parte delle giornate a casa, davanti alla tv oppure a giocare ai videogame. Non c’è unicamente la poca voglia di muoversi: secondo quanto riportato da Ipsos, il 27% di questi giovani non può permettersi di fare sport per problemi economici.

Per sopperire a questo fenomeno, da qualche anno il Coni ha istituito un’iniziativa importante con l’obiettivo di offrire sport gratis ai bambini meno abbienti. Dall’adorato calcio al più regale rubgy, dalla danza alle arti marziali, 2.000 bambini avranno l’occasione di seguire i propri sogni e vivere la bellezza della disciplina sportiva.

Il progetto “Coni Ragazzi”

Coni Ragazzi” è un progetto di valenza non solo sportiva, ma anche sociale ed educativa, creato dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, in base al quale ogni anno viene offerta l’opportunità di praticare attività varie a costo zero. L’ente nazionale, seguendo quanto promosso dal principio dello sport per tutti, si impegna a sostenere le famiglie con difficoltà economiche tali da non permettere ai più piccoli di avvicinarsi alla pratica motoria, se non durante le poche ore scolastiche.

“Coni Ragazzi” prevede un programma gratuito e completamente su misura di 2 ore a settimana per circa 6 mesi, diversificato in base all’età dei partecipanti: dai 5 agli 8 anni si pratica un’attività motoria base, mentre dai 9 ai 14 anni l’attività è pre-sportiva e sportiva.

Dalla pallavolo al karate: 10 sport gratis per i bimbi

Il progetto sportivo e culturale coinvolge 9 regioni specifiche, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Sicilia, Sardegna, più di 2.000 giovani e una cinquantina di società sportive. Per quanto riguarda le pratiche, ecco 10 degli sport gratis per i bambini tra quelli più amati e che portano più benefici psico-fisici.

1. Pallavolo

In base all’età dei bambini, questo sport assume dei connotati differenti. Tra i 5 i 6 anni si parla di gioco-volley, con cui si avvicinano i più piccoli alla disciplina. Tra i 7 e gli 8 anni diventa minivolley e vengono introdotte le principali componenti dello sport, come gli allenamenti e la parte atletica. Tra i 9 e 10 anni si passa al super-mini che diventa pallavolo vera e proprio dagli 11 anni in su. Questa attività sportiva si rivolge sia ai maschietti che alle femminucce; è un gioco collettivo con una forte matrice di inclusione, che stimola, soprattutto, la socializzazione dei bambini più timidi.

2. Softball e baseball

Solitamente il baseball è più consigliato per i ragazzi e il softball per le ragazze. Questo dipende soprattutto dal peso della mazza e dalla grandezza del campo da gioco. Entrambe le attività hanno un scopo comune e si fanno carico di una lunga serie di aspetti positivi. Sono sport completi, che stimolano la coordinazione e l’utilizzo armonico di entrambe le braccia e le gambe. Si tratta di discipline sportive che promuovono il gioco di squadra ma anche l’individualità di ogni atleta, che è stimolato a migliorare per il bene dell’intero team.

3. Scherma

Questa attività sportiva stimola lo sviluppo della capacità di strategia e l’intelligenza. Si tratta di uno sport in grado di migliorare i riflessi e la coordinazione e che insegna ai più piccoli i valori della disciplina. La scherma fa percepire ai bambini l’importanza delle regole, facilita la gestione dei conflitti ed è consigliata per chi soffre di disturbi dell’attenzione. Uno sport che permette la socializzazione e incute nei praticanti un forte senso di responsabilità.

4. Karate e judo

Le arti marziali sono sport indicati specialmente per bambini molto timidi e insicuri e per quelli considerati “troppo attivi”. Entrambe le discipline vengono praticate dai 7 anni in su perché richiedono un’elevata capacità di coordinazione del bimbo. Quest’attività migliora il controllo della propria aggressività in quanto insegna a gestire il temperamento, a muoversi per raggiungere obiettivi specifici mantenendo le posture richieste.

5. Ciclismo

Sebbene la bicicletta sia uno dei primi regali che riceve un bambino, fare ciclismo è ben diverso. Si tratta di una disciplina sportiva molto fisica, che richiede grande allenamento e una forte capacità di resistenza. È consigliata dai 7 anni, età in cui i bambini vengono avvicinati alla bellezza dello sport e all’impegno da compiere. Il ciclismo migliora la coordinazione motoria, stimola lo spirito di squadra e potenzia la forza di volontà.

6. Tennis

Il tennis nella sua versione per i più piccoli (dai 5 ai 10 anni), il minitennis, è uno sport che porta numerosi benefici. Questa attività consente lo sviluppo di capacità come la concentrazione e la coordinazione, soprattutto aerobica. Stimola la socializzazione e promuove l’attività collettiva, incrementando lo spirito di squadra anche in età prescolare.

7. Nuoto e nuoto salvamento

Il nuoto è da sempre uno degli sport più amati e più consigliati. Questo tipo di attività stimola la crescita dei bambini, rafforza la struttura fisica e facilita lo sviluppo delle capacità cognitive. Nella lista degli sport gratis per i bambini grazie a “Coni Ragazzi” c’è anche il nuoto salvamento, che offre ai partecipanti tutte le nozioni necessarie per salvare una vita.

8. Pallacanestro e pallacanestro integrata mista

Dai 4 ai 10 anni viene praticato il minibasket, un’attività che avvicina allo sport più agonistico e che stimola l’apprendimento delle basi. Dagli 11 anni i bambini possono praticare la pallacanestro, che offre loro un’ampia gamma di benefici, come la socializzazione e il senso di responsabilità. I ragazzi possono divertirsi anche con la pallacanestro integrata mista, che differisce da quella tradizionale per tempi di gioco, costruzione delle squadre e regole del punteggio.

9. Atletica leggera in pista

Questa attività può essere praticata dai 6 anni in una veste prettamente ludica. Si tratta di uno sport che stimola la resistenza fisica e la coordinazione motoria. L’intensità degli allenamenti è crescente e segue la maturità dei ragazzi. L’atletica è uno sport prettamente individuale, che facilita l’acquisizione delle proprie responsabilità e stimola l’applicazione e l’impegno.

10. Equitazione

Questa attività sportiva viene consigliata dal compimento dei 10 anni, anche se prima i bambini più piccoli possono approcciarsi alla disciplina cavalcando un pony. L’equitazione è uno sport che permette di migliorare la postura e la struttura muscolare, che stimola l’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Articoli correlati:

Condividi l'articolo con i tuoi amici... ;)

Continua a leggere su marmocchio 

Categorie