Marmocchio.it
Home » famiglia » I bambini trascorrono meno tempo all’aria aperta dei detenuti.

I bambini trascorrono meno tempo all’aria aperta dei detenuti.

I bambini trascorrono meno tempo all’aria aperta dei detenuti

Ricordi la tua infanzia? Quanto tempo hai passato a correre in giro per la strada ?

La realtà è che ogni volta i bambini trascorrono meno tempo all’aperto. Molte volte a causa del folle programma di lavoro dei genitori che porta i bambini ad un programma fitto di attività extra scolastiche e trascorrono tutto il pomeriggio a scuola.
Altre volte la ragione è l’insicurezza, infatti secondo i dati di un articolo pubblicato all’Assemblea annuale del World Economic Forum, il 78% dei genitori concorda sul fatto che, durante la loro infanzia, il mondo era più sicuro.
Tuttavia, il gioco non può scomparire dall’infanzia dei nostri figli. Il gioco è essenziale per l’apprendimento, per educare i bambini felici, ma anche per educare i futuri leader; i bambini che domani saranno in grado di risolvere i conflitti e ispirare le nuove generazioni.

In alcuni paesi, due bambini su tre lamentano di avere troppe attività extra scolastiche e quasi la metà dei genitori sente di non avere il tempo di giocare con i propri figli, tuttavia, far conciliare gli impegni della famiglia è molto complesso e molti genitori scelgono di lasciare i loro figli a scuola con attività extra scolastiche.

È essenziale che come genitori diamo spazio e tempo al gioco dei nostri figli e gli permettiamo di apprendere giocando e di sviluppare la loro crescita intellettiva.
La ricerca “Play in Balance”, condotta da due marchi di detersivi britannici con 12000 genitori con bambini tra i 5 ed i 12 anni, ha fatto emergere dati sorprendenti e preoccupanti: il 56% dei bambini trascorre meno tempo all’aria aperta rispetto ai prigionieri nelle carceri di massima sicurezza negli Stati Uniti; i bambini di solito non giocavano più di 30 minuti al giorno all’aria aperta mentre i detenuti escono nel patio almeno due ore al giorno.

Giocare è un diritto fondamentale per tutti i bambini

Il rapporto del World Economic Forum spiega che il gioco è la libertà, è essenziale che i bambini interagiscano, sperimentino e imparino dall’ambiente e dal mondo che li circonda. Il gioco permette loro di creare e crescere, collegando mentalmente e fisicamente i bambini al mondo e questo si rifletterà nel resto della loro vita.
Secondo queste indagini, il gioco è essenziale per sviluppare le abilità che insegneranno a un bambino ad affrontare il suo futuro, come ad esempio: intelligenza emotiva, problem solving e creatività.
Giocare ad essere un supereroe si impara a diventare leader e per esempio, costruire una torre con pezzi è innovare. Uno dei principali processi cognitivi nella creatività è il pensiero originale e si pratica giocando.
I giochi di costruzione sono legati al futuro sviluppo delle abilità di visualizzazione spaziale, connesse con abilità matematiche e abilità di problem solving.

Quale futuro ?

La società si evolve velocemente ed il 56% dei bambini che oggi sono a scuola lavorerà in posizioni che non esistono ancora. Ciò significa che dobbiamo ripensare la situazione, evolvere e adattare i nostri sistemi educativi, i programmi di selezione del lavoro e i processi di valutazione, in modo che i bambini del futuro siano preparati per ciò che si avrà domani.
Il testo estratto dalla riunione del World Economic Forum conclude che è un dato di fatto che “Più i nostri figli giocano oggi, migliore sarà la preparazione delle future generazioni“.
Il gioco è necessario per dotarci di leader in grado di risolvere conflitti, risolvere problemi, costruire comunità socialmente connesse e ispirare la società a prosperare.

Il nostro compito da genitori è di fornire gli strumenti necessari ed appropriati ai nostri bambini: tempo libero per il gioco e la libertà di sviluppare intelletto ed interagire con altri bambini senza discriminazione.

Il futuro inizia dai nostri figli e dalla loro capacità di apprendere attraverso lo strumento più semplice per i bambini: il gioco

Continua a leggere su marmocchio

 

Iscriviti alla newsletter