Marmocchio.it
capoparto il primo ciclo mestruale
Home » gravidanza » Capoparto: tutto quel che c’è da sapere

Capoparto: tutto quel che c’è da sapere

Quando si parla di capoparto ci si riferisce alla prima mestruazione che ricompare dopo il parto.  Generalmente la ricomparsa del ciclo si colloca con la fine del periodo chiamato puerpuerio. Nel corso di tale periodo, che segue la nascita del bambino e che dura dalle 6 alle 8 settimane, l’utero riacquista la sua dimensione originaria e tutto l’apparato genitale ritorna alla sua forma com’era prima della gravidanza.

Quando riprende il primo ciclo mestruale dopo il parto

Non esiste un momento preciso per l’arrivo del capoparto, ma un elemento che indubbiamente influisce è l’allattamento. Come ci spiega l‘ostetrica Pamela Morganti “dipende se si allatti al seno oppure no. Se si allatta il ciclo può tornare anche dopo 12-18 mesi perchè la prolattina, ormone della lattazione è antagonista degli ormoni coinvolti nel ciclo mestruale. Finchè è alto quindi il valore della prolattina difficilmente riprende il ciclo ovulatorio, anche se non è impossibile. Ragione per cui anche in allattamento è bene usare precauzioni se non si vuole un’altra gravidanza. In presenza di allattamento artificiale invece il capoparto avviene intorno alle 8 – 10 settimane”.

L’allattamento quindi inibisce l’ovulazione e la comparsa o meno del ciclo ovulatorio è strettamente collegato al numero di poppate e alla intensità delle stesse. Se la suzione del piccolo non è frequente c’è una maggiore probabilità che l’ovulazione ricompaia relativamente presto dopo il parto. Poppate frequenti e vigorose invece posticipano, grazie alla prolattina presente in alte concentrazioni, il ritorno delle mestruazioni.

Come si presenta il capoparto e quanto dura

Nelle settimane che seguono il parto si verificano delle perdite chiamate lochiazioni e che non vanno confuse con il capoparto. Le locazioni si verificano per il naturale restringimento dell’utero. Si tratta di un sanguinamento che svolge il suo processo di pulizia dopo il parto durante il puerpuerio.

Come precisa Pamela Morganti “la durata del capoparto può oscillare dai 4-5 giorni  fino ad 8-10 giorni. Anche in questo caso la fisiologia della donna può variare. Il primo ciclo mestruale dopo il parto è solitamente un pochino più abbondante, causa l’endometrio più ispessito, dopo tanti mesi di amenorrea”.

Perchè quindi il ciclo mestruale torni ad avere le sue caratteristiche normali, deve trascorrere qualche tempo ( anche qualche mese) affinchè l’attività ovulatoria si riattivi  e sincronizzi. Dopo il capoparto i flussi successivi si stabilizzeranno per quanto concerne flusso e durata per tornare alla normalità.

Occorre ricordare sempre che ciascuna donna è diversa quindi anche la sua fisiologia risponderà in modo “soggettivo”. I sintomi del capoparto in genere si manifestano con più intensità rispetto ad una normale mestruazione: alcune donne rilevano un fastidio più intenso, la presenza di coaguli e crampi addominali.

Fertilità e capoparto

E’ importante ricordarsi che il capoparto indica la normale ripresa dell’apparato riproduttivo, ma non è da escludersi che la fertilità si riattivi prima della comparsa delle mestruazioni stesse. La donna può tornare fertile dopo il puerpuerio senza preavviso, anche perchè l’ovulazione può avvenire anche prima del capoparto. E’ vero che l’allattamento esclusivo al seno può inibire l’ovulazione, ma non sempre accade. Quindi è bene tenere presente l’allattamento non funge da contraccettivo e che la mancanza di mestruazioni non significa non sia ripresa l’attività ovulatoria.

Capoparto dopo un parto naturale o cesareo

La modalità del parto, naturale o cesareo, non sembra incidere sulle caratteristiche del primo ciclo mestruale dopo il parto, che si manifesterà con caratteristiche e tempistiche simili. Come già ribadito precedentemente ciò che determina la comparsa del capoparto subito dopo la conclusione del puerpuerio molto tempo dopo dipende dal fatto che la donna allatti al seno oppure no. Si rileva in alcuni casi, tra donne che hanno avuto un parto naturale, che le prime mestruazioni siano più abbondanti e durature rispetto alla norma.

 

In collaborazione con la Dott.ssa Ostetrica Pamela Morganti, autrice della fan page Pamela… un’ostetrica per amica, laureata dal 2011 presso l’Università di Tor Vergata in Ostetricia. Si è specializzata successivamente: CAN (Corsi di Accompagnamento alla Nascita), Allattamento, Emergenze Ostetriche, Diagnosi Prenatale, Bonding, Cesareo dolce e Assistenza alla Gravidanza Fisiologica.

Continua a leggere su marmocchio

 

Iscriviti alla newsletter