Marmocchio.it
Infertilità di coppia, il varicocele può essere la causa
Home » concepimento » Come rimanere incinta se lui ha il varicocele

Come rimanere incinta se lui ha il varicocele

Il varicocele è una patologia andrologica piuttosto diffusa, soprattutto negli uomini sotto i 30 anni. Consiste in una vena varicosa nello scroto, a volte solo palpabile e altre volte più evidente.

Non avendo una sintomatologia standard universale, a volte ci si accorge della sua presenza solo quando ci si sottopone ad accertamenti per una gravidanza che non arriva. Questo problema può infatti avere effetto sulla fertilità di coppia: in che modo? Come fare per rimanere incinta se lui ha il varicocele?

La gravidanza con varicocele: quali difficoltà

Le varici sono delle vene che, a causa di un indebolimento nelle valvole al loro interno, si dilatano e non riescono più a opporre la giusta resistenza al sangue che defluisce verso il basso per la forza di gravità.

La circolazione locale del sangue rallenta, provocando una stasi del sangue e rendendo difficile lo smaltimento dei prodotti del metabolismo. Questa cattiva funzionalità delle vene di scarico del varicocele porta in poco tempo a due conseguenze.

Da un lato si riduce l’apporto di ossigeno al testicolo, compromettendone la funzionalità.

Dall’altro, si verifica un innalzamento della temperatura testicolare, che la circolazione non riesce più a mantenere a 2-3 gradi sotto rispetto a quella corporea: abbiamo parlato di come questo incida negativamente sullo sperma maschile anche nell’articolo sulla possibilità di concepire un figlio quando si ha la febbre.

Insomma: rimanere incinta se lui ha il varicocele può essere problematico a causa dei meccanismi che si innescano, i quali incidono negativamente sulla produzione e sulla qualità degli spermatozoi. Possono infatti causare alterazioni nel numero, nella consistenza e nella motilità degli spermatozoi, una riduzione del volume testicolare e una insufficienza nelle cellule del Leydig (preposte alla produzione di testosterone).

È bene però ricordare, come abbiamo detto sopra, che il varicocele può essere anche asintomatico: non necessariamente causerà quindi dei problemi nel concepimento.

Varicocele e infertilità

Esami medici per problemi di infertilità
Esami medici per problemi di infertilità

Il varicocele colpisce più o meno il 15% dei maschi in età fertile e il 40% degli uomini con problemi di infertilità. Queste percentuali ci dicono che il varicocele è la principale causa di infertilità maschile, ma ciò non significa che la sua presenza porti sempre con sé un problema di infertilità. Al contrario, di quel
15% della popolazione maschile in età fertile colpita da varicocele l’11,7% ha parametri seminali del tutto nella norma, e parte dei restanti presenta ancora anomalie che non costituiscono un fattore discriminante per un concepimento. Rimanere incinta se lui ha il varicocele si può!

Come affrontare il problema

L’iter diagnostico per identificare un varicocele come causa dell’infertilità prevede generalmente un doppler del plesso pampiniforme, spermiogramma e spermiocoltura e alcuni esami ormonali specifici.

Nei casi in cui la diagnosi sia confermata è possibile ricorrere a diversi provvedimenti. Buona parte della letteratura medica ritiene che il problema possa essere affrontato e risolto chirurgicamente, ad esempio tramite legatura dei rami venosi o asportazione del varicocele in laparoscopia.

In molti casi, gli interventi hanno dato ottimi risultati, riuscendo a riportare l’esame seminale a valori normali.

Questa soluzione, però, non sempre è funzionale. A volte la normalizzazione dei valori si prospetta a lungo termine e, ad esempio nel caso in cui la coppia decida di concepire un figlio a 40 anni, il tempo per aspettare non c’è.

Altre volte la patologia è recidiva e si ripresenta, con gli stessi problemi, dopo l’intervento chirurgico. In ognuno di questi casi, rimanere incinta se lui ha il varicocele potrebbe richiedere il ricorso ad una procedura di fecondazione assistita.

Continua a leggere su marmocchio

 

Iscriviti alla newsletter