Marmocchio.it
Home » bambino » Giocattoli per bambini, alcune preziose avvertenze prima dell’acquisto

Giocattoli per bambini, alcune preziose avvertenze prima dell’acquisto

La scelta che precede l’acquisto di un giocattolo va fatta con cura e parsimonia. Prima di acquistarne uno è sempre necessario controllare che sia adeguato all’età del bambino. Anche i giochi per bambini possono infatti presentare gravi rischi per la sicurezza dei piccoli. Come primo passo bisogna sempre rifarsi all’etichetta, sincerandosi che le indicazioni siano realistiche circa le capacità e la maturità di ogni marmocchio.

Difficile che un bambino si tiri indietro dinanzi ad un giocattolo, ma non tutti sono adatti alla sua età. Fino a 3 anni, ad esempio, ogni componente dovrebbe essere più grande della sua bocca, per evitare possa essere ingerito. Fondamentale seguire sempre le avvertenze ed istruzioni legate ad ogni singolo giocattolo. In ogni fase della crescita, tuttavia, ci si potrà sbizzarrire con la fantasia. Non solo giocattoli da acquistare, quindi, ma spazio alla propria creatività, come quella di poter ad esempio divertirsi con giochi da fare in casa. L’entusiasmo dei bambini apre spazio ad un ampio spettro di possibilità, come può essere quello di giocare col baule dei travestimenti.

Giocattoli, i potenziali pericoli

Quando si acquistano giocattoli per bambini è sempre cruciale seguire le avvertenze e le istruzioni
presenti nella confezione. Specie coi bambini che non abbiano ancora compiuto i 2 anni è bene non lasciare che giochino da soli. E’ buona norma controllare sempre che sull’etichetta vi sia il marchio ufficiale della Comunità Europea (CE). In prima battuta bisogna chiedersi se il giocattolo è troppo pesante, e se potrebbe cagionargli ferite cadendogli sopra. Da scartare giochi logori o danneggiati, che potrebbero presentare pericoli nascosti. E’ il caso di giocattoli regalati, o presi in prestito. Ogni gioco va controllato, per capire se ben costruito; lo si può valutare guardando bene gli spigoli e i componenti più piccoli. Da scartare, per i più piccoli, quelli con corde o nastri lunghi più di 30 centimetri, visto il rischio di strangolamento.

Giocattoli, c’è più gusto se a giocare sono anche i genitori

Ne caso di più figli in casa è sempre opportuno separare i giochi a seconda della loro età. I bambini più piccoli, difatti, tendono sempre ad usare i giocattoli dei fratellini maggiori, cosa che può essere fonte di pericoli per loro.  Se il giocattolo è per un bambino inferiore ad un anno di età prima di acquistarlo o regalarlo andrebbe sempre controllata l’etichetta, per appurare che i giocattoli non siano tossici.  Anche per i videogiochi elettronici valgono le stesse considerazioni e regole degli altri.

Ma visto che sono solitamente utilizzati da bambini più grandi bisogna sapersi moderare, e limitarne l’uso nel tempo, in modo da renderli uno svago accettabile nell’arco della giornata. Se per un bambino di pochi anni il gioco è essenziale, nel crescere tutto andrà inserito in altri contesti, e anche la misura nell’utilizzo diventerà pedagogica e formativa. Il giocattolo più prezioso, tuttavia, sarete sempre e solo voi genitori: qualsiasi attività ludica, infatti, sarà più divertente, per ogni
bambino, se la svolgerà insieme a mamma e papà.

Continua a leggere su marmocchio

 

Aggiungi un commento

Iscriviti alla newsletter