Marmocchio.it
routine della nanna nel neonato
Home » neonato » Routine della nanna nel neonato: come crearla

Routine della nanna nel neonato: come crearla

Tuo figlio dorme poco? Fatica a prendere sonno e a distinguere il giorno dalla notte? La routine della nanna è la soluzione più efficace per regolarizzare i ritmi del neonato, limitando lo stress e l’ansia dei genitori.

Gli psicologi infantili lo confermano: i nostri figli amano la ritualità. Scandire le loro giornate li aiuta infatti ad acquisire sicurezza. Vediamo perché la routine della nanna del neonato funziona e tutti i consigli per creare la migliore per tuo figlio.

L’importanza delle routine per i bambini

Creare routine per i bambini vuol dire organizzare in maniera strutturata ogni giornata. Il punto di partenza sono i loro bisogni primari: avremo così fin dalla nascita la routine della nanna e quella della poppata, alle quali potranno aggiungersi nuove attività durante la crescita (come il rito del prepararsi al mattino, quello del gioco o quello del bagno).

Ripetendo ciclicamente le stesse azioni, il bimbo impara a riconoscerle e a prevederle, regolarizzando le sue abitudini in modo naturale e senza inutili sprechi di energia.

Le routine offrono numerosi vantaggi:

  • Sono comprensibili: perché aiutano i nostri figli a dare un senso a ciò che li circonda.
  • Stimolano l’autonomia: perché aumentano la serenità e la sicurezza del bambino.
  • Sono replicabili: una volta acquisito, un rituale può essere applicato in contesti diversi (quando si dorme fuori casa, ad esempio), favorendo lo spirito d’adattamento.

Creare una routine per la nanna del neonato

Come conferma Elizabeth Pantley, autrice del bestseller “Fai la nanna senza lacrime”: Ogni bambino è unico, ogni madre è diversa dalle altre, e ogni famiglia è un caso a sé. Non esistono quindi formule magiche o routine della nanna del neonato infallibili: ognuno dovrà trovare la sua.

Per farlo bisogna procedere per piccoli passi. Il punto di partenza è stabilire un programma compatibile con le nostre abitudini e con le preferenze del bambino. Il rituale scelto va seguito scrupolosamente per almeno due settimane. Dopo circa dieci giorni si possono valutare i risultati, introducendo eventuali variazioni fino a trovare la combinazione migliore.

Ecco 5 consigli per creare una routine del sonno efficace:

  1. Prepara il bimbo alla nanna: di sera andrebbero evitati i giochi troppo stimolanti. Occorre inoltre assicurarsi che il piccolo abbia mangiato a sufficienza, limitando il rischio di risvegli notturni.
  2. Crea la giusta atmosfera: bastano alcune piccole attenzioni, come ridurre i rumori, abbassare le luci e tenere la temperatura della cameretta tra i 18 e i 22°.
  3. Scegli le attività più rilassanti: tuo figlio si rilassa con la musica? La ninna nanna è un ottimo spunto da inserire in routine. Lo stesso vale per coccole e massaggi, ma anche un bagnetto caldo, una fiaba o una poppata possono favorire il sonno.
  4. Regolarizza i pisolini: per non compromettere il riposo notturno il grado di stanchezza dev’essere più o meno costante.
  5. Rispetta gli orari: quando possibile, la routine della nanna dovrebbe iniziare alla stessa ora, e mai troppo tardi. Un eccesso di stanchezza potrebbe infatti irritare il bambino e condizionarne il riposo.

Articoli correlati:

Hai domande sull'argomento? Registrati al FORuM di marmocchio. Le dottoresse e gli utenti rispondono ai dubbi ;)

Continua a leggere su marmocchio