Marmocchio .it
Home » bambino » Quando i denti da latte cadono…arriva la fatina dei denti

Quando i denti da latte cadono…arriva la fatina dei denti

La fatina dei denti è da sempre un risvolto fiabesco e divertente della caduta dei denti da latte nei bambini. Un modo fantasioso con il quale i genitori possono dipingere un passaggio fisiologico dei piccoli come un’avventura bella e per certi versi attesa.

Il ciclo dei denti da latte

Non c’è una regola precisa per la comparsa e la caduta dei denti da latte nei bambini. Essi, 20 in tutto, hanno delle tempistiche che cambiano di bambino in bambino, anche se è generalmente tracciata una tabella generale.

Eruzione

Incisivi centrali: 8 – 12 mesi
Incisivi laterali: 9 – 13 mesi
Canino: 16 – 22 mesi
Primo Molare: 13 – 19 mesi
Secondo Molare: 25 – 33 mesi

Caduta dei denti da latte

Incisivi centrali: 6 – 7 anni
Incisivi laterali: 7 – 8 anni
Canino: 10 – 12 anni
Primo Molare: 9 – 11 anni
Secondo Molare: 10 – 12 anni

Di solito a 13 anni in bocca sono presenti da 28 a 32 denti definitivi. Mancano i denti del giudizio che possono comparire molti anni dopo o addirittura non comparire mai.




I primi denti sono più fragili

I denti da latte sono importanti nel creare il posto alla dentatura permanente. Quando cade un dente da latte bisogna verificare che esso sia sostituito nella maniera giusta dal dente permanente. Sia i primi, per la loro conformazione, che i secondi, poiché appena spuntati, sono molto fragili e bisogna prendersene cura. Primo fra tutti con una buona igiene dentale.

E’ importante, comunque, anche per i bambini, fare controlli periodici dal dentista, in modo da verificare che non compaiano carie o non si verifichino problemi di mala occlusione dentale.

Come avviene la caduta di un dente

Intorno ai 5 anni le radici dei denti da latte, per prima quelle dei canini, cominciano a ritirarsi e a far venir meno l’attacco sulle gengive. Succede, infatti, che i denti cominciano a dondolare finché alla fine cadono da soli o con un piccolo aiuto. Sebbene il dondolio crei qualche fastidio nei bambini, la caduta dei denti avviene in maniera quasi indolore. A volte può capitare che la gengiva sanguini un po’, soprattutto quando la caduta non è proprio spontanea ma è stata agevolata dal bambino stesso o da un adulto. Dipende anche dal dente. Un canino, con radici meno profonde, cade più velocemente e senza creare particolari fastidi. Un molare invece ci mette un po’ di più.
E’ importante comunque che i denti cadano per far posto a quelli fissi. Se il dondolio dura troppo a lungo senza che il dente cada è opportuno rivolgersi a un dentista, per evitare danni alla crescita di quello nuovo.

La fatina dei denti, una favola per crescere sorridendo

Nel tempo diversi miti si sono accompagnati alla caduta dei denti da latte. Per far vivere l’esperienza ai bambini in maniera divertente è ormai famosa la storia della fatina dei denti, ma è conosciuta anche la versione con il topino. Il dente caduto viene messo sotto al cuscino durante la notte. Verrà poi preso dalla fatina dei denti che lascerà dei soldi al bambino. Una storia che aiuta i più piccoli a vivere in maniera serena un piccolo grande cambiamento naturale nel processo di crescita.

Continua a leggere su marmocchio

 

Iscriviti alla newsletter