Marmocchio.it
Home » gravidanza » Smagliature in gravidanza, come prevenire le odiose cicatrici sulla pelle

Smagliature in gravidanza, come prevenire le odiose cicatrici sulla pelle

Uno dei più grandi nemici delle donne sono le smagliature in gravidanza. Quando il peso aumenta e la pancia cresce è molto frequente per le future mamme l’insorgere di cicatrici sulla pelle, che purtroppo sono indelebili. Alcuni accorgimenti però possono essere utili per evitarle.

Cosa sono le smagliature

Le smagliature altro non sono che delle cicatrici dovute alla rottura delle fibre elastiche della pelle. Si presentano dapprima con un aspetto rossastro che poi pian piano si attenua fino a che non diventano bianche e lucide. La stragrande maggioranza delle donne in gravidanza ne sono colpite. La tensione della pelle sulla pancia che cresce, o del seno, che aumenta di volume, crea molto spesso tali cicatrici, con cui non si può far altro che convivere.
Le zone più colpite in gravidanza sono quindi l’addome e il seno. Altre zone ugualmente colpite, anche non in gravidanza, sono i fianchi, i glutei e le cosce, a seguito di evidenti sbalzi di peso e comunque cambiamenti corporei.

Le smagliature in gravidanza

Intorno al quinto e sesto mese, quando cioè la pancia comincia a farsi più evidente, è assai frequente la comparsa di questi fastidiosi inestetismi, di cui è affetto oltre il 90% delle donne.  Lo stress cui è sottoposta la pelle, a seguito della considerevole variazione di peso, che aumenta sempre di più, è causa della formazione delle smagliature, cui segue poi una rapida diminuzione dopo il parto.

Come prevenire le smagliature

Per prevenire le smagliature la cosa migliore da fare è migliorare l’elasticità cutanea. Rendendo la pelle più elastica la si rende più resistente alla tensione causata dai cambiamenti corporei che una gravidanza comporta. E’ buona norma quindi, non solo in gravidanza ma in via generale, idratare la pelle con creme che ne aumentino l’elasticità, unitamente all’esercizio fisico e ad una alimentazione sana. Lo sport in grvidanza, infatti, è fondamentale per tenere la pelle tonica ed elastica. E’ utile anche assumere cibi ricchi di betacarotene, vitamina A ed E, selenio, magnesio e zinco. Sono contenuti nel tuorlo d’uovo, agrumi, broccoli, germe di grano, frutti di mare, mandorle e semi oleosi.

Cosa fare quando compaiono le smagliature

La tempestività è importantissima. Sebbene non esistano soluzioni che eliminino il problema nella sua interezza, alcuni rimedi ne consentono l’attenuazione. Agire però quando le smagliature sono ancora rosse è determinante per ottenere dei risultati. Più difficile è invece intervenire sulle smagliature bianche di vecchia data.

Appena ci si accorge dell’insorgere delle smagliature rosse è opportuno utilizzare subito dei prodotti a base di vitamina A, che stimola la formazione del collagene. Oli e creme potranno essere applicati con un massaggio circolare, per facilitarne l’assorbimento.

Tra i possibili rimedi sono annoverate anche diverse tecniche laser, ma è sempre opportuno consultare un medico per conoscerne le reali possibilità di riuscita.

Smagliature, un trofeo di mamma

Diventare mamma è un’esperienza di vita che cambia nel profondo una donna, in tutti i sensi, compreso quello corporeo.  E’ una conquista, un traguardo emozionante, la potenza della creazione che proprio attraverso una donna si sostanzia e si concretizza, una vittoria che non ha eguali, e di cui le smagliature in gravidanza non ne sono che un trofeo di cui andar fiere.

 

Continua a leggere su marmocchio

 

Aggiungi un commento

Iscriviti alla newsletter