Marmocchio .it
Home » famiglia » Gita fuori porta a Roma: il Giardino di Ninfa

Gita fuori porta a Roma: il Giardino di Ninfa

Gita fuori porta a Roma : il giardino di ninfa

Una gita fuori porta da trascorrere in famiglia con i bambini al seguito e decisamente molto apprezzata è il Giardino di Ninfa. Una gita fuori porta che ha bisogno di programmazione, in quanto, non accessibile in qualsiasi periodo dell’anno per preservare la flora e la fauna del delicato equilibrio ambientale del giardino di ninfa; un’oasi realizzata dalla famiglia Caetani sulle rovine della città medievale.

Il Giardino di Ninfa sorge ai piedi dei monti Lepini nella provincia di Latina ed è uno splendido esempio di poesia e architettura medievale; le famiglie ed i bambini fanno un tuffo in una realtà incontaminata dove molti scrittori, Virgina Woolf, Truman Capote, Ungaretti, Moravia, trovarono l’ispirazione per le loro creazioni, un vero salotto letterario.

L’antica cittadina di ninfa, dove oggi sorge l’oasi, ebbe una vita travagliata: spesso contesa da varie casate venne più volte distrutta e ricostruita. Nel 1298 fu acquistata dalla famiglia Caetani e per un centinaio di anni contesa tra questi e i Borgia. Alla fine del 1300 cominciò la decadenza della città a causa soprattutto della malaria.

Solo verso la fine dell’800 i Caetani ritornarono sui possedimenti: bonificarono le paludi, estirparono gran parte delle infestanti che ricoprivano i ruderi, piantarono i primi cipressi, lecci, faggi, rose in gran numero, e restaurarono alcune rovine, dando vita ad un giardino in stile anglosassone, dall’aspetto romantico.




Verso il 1930, grazie alla sensibilità di Marguerite Chapin e in seguito di sua figlia Leila, il giardino cominciò ad acquisire quel fascino che oggi lo contraddistingue: da allora la realizzazione del parco fu guidata soprattutto da sensibilità e sentimento, seguendo un indirizzo libero, spontaneo, informale, senza una geometria stabilita.

Oggi l’oasi del giardino di ninfa si presenta come una pittoresca rovina con avanzi di un castello, di palazzi, di chiese, di campanili medievali, il tutto  abbracciato da una ricca vegetazione. Dal monte sgorgano abbondanti ruscelli che formano un laghetto.

Costi

I bambini minori sotto gli 11 anni entrano gratis mentre il costo del biglietto per gli adulti è di €15,50. I biglietti per le persone diversamente abili, con invalidità al 100%, costano €8. L’Horto conclusus, acquisto facoltativo, il suo costo è di €2.

Apertura al pubblico

Il giardino di Ninfa non è sempre aperto ma riceve visitatori in determinati gioni, quest’anno si può visitare :

  • Marzo: 31
  • Aprile: 1, 2, 7, 8, 15, 22, 25, 29
  • Maggio: 1, 5, 6, 13, 20, 27
  • Giugno: 2, 3, 17
  • Luglio: 7, 8, 22
  • Agosto: 4, 5, 15
  • Settembre: 1, 2
  • Ottobre: 6, 7
  • Novembre: 4

Gli orari di apertura restano invariati per tutti i mesi la mattina dalle 9:0012:00, mentre, il pomeriggio varia a seconda del mese di visita: da Marzo a Giugno, l’apertura pomeridiana è dalle 14:30 alle 18:00; da Luglio a Settembre, dalle 15:00 alle 18:30 ed, infine, Ottobre e Novembre il giardino di ninfa sarà aperto nel pomeriggio dalle 14:00 alle 16:00.




Al fine di evitare code alla biglietteria nei giorni di apertura al pubblico è obbligatoria la prenotazione online dal sito : www.giardinodininfa.eu

Come arrivare

In treno

Ci sono diversi treni regionali che raggiungono la Stazione di Latina, da Roma si arriva in 35 minuti mentre da Napoli in 90 minuti con intercity. Dal piazzale della Stazione di Latina è possibile raggiungere l’ingresso del Giardino di ninfa in taxi (tel.: 0773. 63 22 92) oppure con il bus navetta un servizio attivo solamente nei giorni di apertura al pubblico.

Dalla Stazione di Cisterna di Latina è possibile raggiungere il Giardino di ninfa tramite un bus navetta, un servizio attivo solo nei giorni di apertura al pubblico. La navetta presente nella stazione di fronte alla stazione ferroviaria, Piazza Salvo D’Acquisto (Cisterna di Latina), osserverà i seguenti orari con cadenza di 2 ore a partire dalle 9:15 fino alle 14:15

La navetta ripartirà dal Giardino di Ninfa per raggiungere la stazione ferroviaria di Cisterna di Latina a partire dalle 10:30 fino alle 16:30. La medesima navetta collegherà anche il Giardino di Sermoneta ed avrà un costo di €5 per tratta a persona.

In automobile o pullman

Da Roma:
Dal Grande Raccordo Anulare prendere l’uscita 26 Pontina/Colombo/Eur in direzione Latina; uscire a Borgo Sabotino / Lido di Latina e proseguire direzione Cisterna di Latina.

Dopo aver superato la prima rotonda, alla seconda rotonda bisogna seguire le indicazioni per la Via Appia, SS7 e seguire le indicazioni per Ninfa, Norma, Bassiano. Si incontrerà la rotonda di Doganella di Ninfa e si dovranno seguire le indicazioni per Ninfa.

In circa 4 km sul lato destro si troverà il parcheggio ed ingresso del Giardino di Ninfa.

Da Napoli:
Si prende l’autostrada A1 e si dovrà a Frosinone per poi seguire le indicazioni per Latina (SR156Via dei Monti Lepini) fino ad incrociare la Via Appia (SS7).

Si svoltare a destra in direzione Roma e si prosegue dritto per 18 km circa, superando due incroci con semaforo ed una rotonda.
Al km 57,600 svoltare a destra seguendo le indicazioni per Ninfa, Norma, Bassiano e si supera la rotonda di Doganella di Ninfa e si seguono le indicazioni per Ninfa.

Dopo circa 4 km sul lato destro si troverà il parcheggio e l’ingresso del Giardino di Ninfa.

 

Mappa

Via Ninfina, 68, 04012 Cisterna di Latina LT, Italia

Con l’ausilio di uno smartphone e di una connessione internet sarà di gran lunga più semplice arrivare ai giardini di ninfa cliccando sulle indicazioni della mappa 🙂

Continua a leggere su marmocchio: Gita fuori porta ai Giardini di NinfaBambini al bioparco, lo zoo di Roma, Gita fuori porta a Roma Explora, La casa delle farfalle, una gita fuori porta straordinaria per i bambini, Gita fuori porta a Roma Explora, Stare con papà rende i figli più intelligenti

Continua a leggere su marmocchio

 

Aggiungi un commento

Iscriviti alla newsletter